Pages Menu
TwitterRssFacebook
Categories Menu

Posted by on Sep 26, 2014 in Good News, Video | 0 comments

Trashmoom-video ultracorto di animazione quasi un trailer

Trashmoom-video ultracorto di animazione quasi un trailer

Trashmoon-video ultracorto

Trashmoon-video ultracorto


Parecchi mesi senza scrivere.
E non perche’ non avessi nulla da fare, anzi.
Due nuove copertine per la Ottolibri, una copertina per uno scrittore emergente, qualche ritratto, una collaborazione artistico/letteraria con sdiario di Barbara Garlaschelli e infine un corto con Raffaele Rutigliano, sdiarista anche lui, scrittore lui-non come me- un amico (ritengo di poterlo dire, anche se ancora non gli ho stretto la mano fisicamente).

Con calma parlero’ di tutta l’estate lavorativa, ora e’ il momento di Trashmoom, un video cortissimo, appena 15 secondi, nato per un concorso di corti. Un’occasione per lavorare in tandem con Raffaele e un incrocio interessante di idee.

Dove finisce il mio apporto e inizia il suo e’ difficile a dirsi. Le idee si sono intersecate e ampliate. Quello che e’ certo e’ che volevamo condensare in pochi minuti, il sovrappopolamento dei rifiuti nel mondo. Era consumista, Pianeta insozzato dalla spazzatura.

L’annoso problema dei rifiuti insomma, il degrado dell’ambiente, l’insensatezza delle politiche sull’ambiente, purtroppo sempre cosi’ attuali in Italia (piu’ che nel resto d’Europa, ma siamo in buona compagnia nel mondo).

A questo abbiamo affiancato l’idiota tormentone di questi mesi, il selfie. Questa autoreferenzialita’ e mania di protagonismo che nulla ha a che vedere con la vera fotografia (dal mio punto di vista).

Andare sulla Luna, scaricare i rifiuti, e scattarsi un selfie: siamo o non siamo noi?
La Luna, simbolo di sogni e conquiste nei secoli, ridotta a una discarica.
Il sogno perduto? ma interessa poi agli umani preservarla? meglio un selfie, insomma.
L’uso del bianco e nero e’ volutamente retro’, quasi a strappare dal dimenticatoio, i vecchi filmati degli anni Sessanta, le conquiste dello spazio, i vecchi libri di avventure.
In fondo io, e credo anche Raffaele, conserviamo vecchi sogni e cerchiamo di ravvivarli. Sognatori forse, ma con gli occhi bene aperti.

Share Post

Stefania Morgante

Italian artist, original painter, sculptor and photographer, I have several experiences as a theatre editor, teacher of Drawing at school and advertising designer. - Connect with Stefania on Google+

More Posts - Website

Follow Me:
TwitterFacebookGoogle Plus

Related posts:

Post a Reply

Your email address will not be published. Required fields are marked *

Time limit is exhausted. Please reload the CAPTCHA.